Non buttate legna sul fuoco!

Non buttare legna sul fuoco!

Non buttare legna sul fuoco!

Partendo dal presupposto che come diceva un noto filosofo francese “l’inferno sono gli altri”, e che le nostre pseudo comunità non sono altro che insiemi informi di teste di cazzo che pensano solo ai propri esclusivi interessi a cui del prossimo non gliene potrebbe fregare di meno; considerando inoltre che i nostri amministratori pensano solo a mettere da parte il grano per quando arriverà la bufera, mentre i nostri religiosi non sanno far altro che sparar cazzate per poter così raccimolare un po’ di soldi dai propri stupidi ed atavici riti senza senso, e non tralasciando ancora il principio che le nostre società sono ormai strutturate in modo autoritario, caotico e piramidale, per cui se non siete all’apice del sistema, probabilmente fate una vita da schiavi di merda, vorrei solo aggiungere alcune riflessioni sugli episodi di simil terrorismo che si sono verificati in Francia, non riferendomi in alcun modo alla vicenda del settimanale Charlie Hebdo, perché in questo post non voglio parlar di satira e buttar ulteriormente legna sul fuoco.

Per prima cosa bisogna dire che i cittadini non sono difesi dalle forze dell’ordine, perché se qualcuno vuole farvi del male, può benissimo farlo in maniera del tutto indisturbata, per cui in questa società del cazzo ci sarà sempre qualcuno scontento della propria situazione che vuole sfogare la propria rabbia in qualche modo, magari prendendo a pretesto proprio la religione o vari movimenti di guerriglia vari, che del resto hanno anche le loro buone ragioni per esistere e per propagarsi; per cui mettetevi il cuore in pace, quando ci sono degli attacchi di questo tipo, fate intervenire subito i becchini ed il personale sanitario, se poi volete farcire un po’ il tutto i media possono costituire una certa divertente narrativa di contorno e le forze dell’ordine possono infine darci la conferma che stiamo pagando un sacco di gente per non fare un cazzo e solo per romperci i coglioni con la loro stupida burocrazia e poi non lamentatevi più di tanto!

In conclusione, come morale della favola, mi sentirei di dire che nel cesso dell’universo, dove ogni giorno più di sette miliardi e mezzo di persone inquinano il territorio con le loro cazzate, la loro imbecillità e last but not least i loro escrementi, e dove al tempo stesso eleggono, nominano e peggio ancora tollerano i loro miserabili amministratori aguzzini che si divertono a mandare in guerra una schiera di dementi interessati solo a portar a casa un po’ di benessere, gli episodi di violenza e di terrorismo si moltiplicheranno sempre di più, proprio a dimostrazione del fatto che viviamo in un mondo caotico e profondamente ingiusto e quindi come diceva Victor Hugo: “Finché vi saranno dei miserabili vi sarà all’orizzonte un’immagine che può diventare un fantasma e un fantasma che può divenire Marat”! A conferma ancora di quanto ha sempre saggiamente sostenuto Platone, che ci ricordava: “Tieni conto che la grande ricchezza e l’estrema povertà rendono l’uomo infelice in quanto l’una produce lusso, pigrizia e moti rivoluzionari, e l’altra grettezza, lavoro scadente e moti rivoluzionari.

Carl William Brown

P.S. In Italia per esempio urge porre rimedio al più presto ad una nuova riforma delle pensioni, viceversa con più passa il tempo con più aumenta notevolmente il rischio di grosse tensioni sociali, altro che qualche divertente omicidio nel cuore di Parigi! Igor docet, ma anche la Mafia, la Camorra, la ‘ndràngheta, la violenza contro le donne, la corruzione e chi più ne ha, più ne metta. E poi, visto che tutto il mondo è paese, lasciatemi ancora aggiungere questo piccolo aforisma persiano in inglese che ci ammonisce sullo stato dell’arte della nostra nazione: “Protests in Venezuela, almost as dangerous as New Year’s Eve in Naples! E giusto proprio per finire in bellezza, serve anche una nuova riforma della politica, altro che due legislature come hanno proprosto i grillini, ne serve una sola, e poi, subito via, verso le camere a gas!

Salva

(Visited 21 times, 1 visits today)

About Carl William Brown

I'm Carl William Brown a holistic teacher, a webmaster, a trader, and a writer of aphorisms and essays. I have written more than 9,000 original quotations and at present I'm also working at my only novel, Fort Attack, which is also a wide and open blog project. At the moment I'm teaching English in a secondary school, but up to now I have done a lot of other things as well, both in business, educational, sport and social fields. Some years ago, in 1997 following the examples of the Rotary or the Lyons Clubs I founded the Daimon Club Organization to promote every sort of activities, creativity, art, literature, new technologies, informatics, business and marketing, public health and education and to meet new friends with these kind of interests.
Tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.